lunedì 25 novembre 2013

Valeren Abroad: Baghdad /2 - Il Viaggio

Se andate sul De Mauro - Paravia, alla voce " Puntualità " troverete: v. Valeren.
Facile intuire come un ritardo di 3 minuti mi strappi un " Ma no, nessun problema " mentre i denti stridono.
Se sono più di tre minuti, beh, non fatelo.

Dobbiamo partire per Baghdad, e il mio amico autoctono Helmut Newton [ HN ] ci verrà a prendere in macchina a casa.
Ho cercato un posto dove lasciare la macchina a MI che fosse:
- comodo con la metropolitana
- non a strisce blu, nemmeno per un'ora al giorno
- non in un parcheggio a pagamento
- non imbucato in una qualche via di 30 metri che se poi non c'è posto sono inchiappettato
Guess what? Non c'è.
La bat-caverna si, ma il parcheggio no.
Quindi ci accordiamo che HN arriverà da me, lascerò la macchina in una stazione vicina e partiremo al volo per Baghdad.
Orario di partenza stimato: 5 AM
Orario della sveglia: 4 AM
Orario delle invocazioni: dalla sera prima.

4 AM
La mia sveglia fa il suo dovere.
Mi alzo, preparo una mini-colazione per AM, ultimo check dei bagagli.
Siamo pronti per le 4.50
Mando un messaggio a HN: " Buongiorno, servizio sveglia! "
Risposta: " Si certo che siamo svegli "
5.00 -> nulla
5.01 -> nulla
5.02 -> nulla
5.03 -> nulla
5.04 -> nulla

Smetto di giocare col gatto e riscrivo per avere indicazioni.
HN: " Eh, HN_Ragazza ha avuto problemi stanotte e si è appena alzata. Arriviamo per le 6 "
Seguirono strali di turpiloquio che portarono le anime dei peggio portuali a coprirsi le orecchie per non sentire tal abominio.

Alle 6 passate finalmente giungono.
Radiosi e solari. Loro.
Io sembravo un'eclisse bipede.
V: " Spostiamo la mia macchina, quindi seguitemi. Carico rapido dei bagagli che mi servono caffeina e zuccheri "
HN: " Se vuoi ci fermiamo al bar all'angolo "
V: " Noi non ci fermiamo prima della città dei tortellini! "

Pronti via, carico due minitrolley in una station wagon piena all'inverosimile e di più.
Non per modo di dire: il giorno prima, HN aveva anche comprato un baule da montare sopra!
V: " State emigrando? "
HN: " No, ma porto giù alcuni miei vecchi vestiti. Ho perso peso e non mi stanno più "
V: " Questa roba basta per un'emergenza umanitaria! "
HN: " No, è per il figlio di un'amica "
Non ho abbastanza forze per reagire, quindi mi abbandono sul sedile posteriore e faccio strada verso l'autostrada.
Al che...
V: " HN, ma questa tua supermacchina che ami carnalmente con millemila accessori... Il navigatore? "
HN: " Ho il cellulare "
Darwin, posso? COGLIONE!

Cinque minuti dopo
V: " HN_R, mi sembri in forma per una che stanotte è stata male "
HN_R: " Non sono stata male "
V: " ? Allora perché quarzo siete arrivati con un'ora di ritardo? "
HN_R: " Sono andata a letto quasi alle due "
V: " Capirai che è un problema tuo, sapevi bene che saremmo dovuti partire "
HN_R: " Dovevo mettere a posto la cucina, era un disastro "
V: " Che non avrebbe notato nessuno. Ma avete una cucina di due metri, come fai a metterci ore? "
HN_R: " Beh, ho notato che HN aveva fatto un disastro sul piano cottura "
HN: " Erano tre gocce di caffè! TRE! "
HN_R: " Quindi ho cominciato a pulire quello, quindi i piatti, poi il lavello, poi i pensili, poi il pavimento... "
Ragazzi. Per favore.
Le priorità!
Secondo voi a me frega qualcosa delle tre gocce di caffé?
Valgono un ritardo?
[ Hint: no ]

Continuiamo a viaggiare, HN_R dopo una manciata di secondi entra in coma profondo.
Discussioni animate, code, mie minacce ad uno di uscire per menarci, il suo telefono che squilla.
Niente. Morta. Le esequie si terranno alle 16.
Apre gli occhi quando entriamo in un'area di servizio ormai esausti.
Peccato che fosse la prima dopo una coda di mezz'ora, quindi tutti avevano avuto la nostra stessa idea.
V: " Prossima? "
Tutti: " Prossima "
OK, la successiva non era da meno.
Inoltre un maledetto autobus di vecchietti che ora sono tutti morti male ha pensato bene di:
- Fermarsi 15 minuti prima di noi
- Ordinare tutte le brioches disponibili
- Ordinarne ancora e bloccare tutta la produzione successiva!
Al prossimo cantiere a cui vi fermate, davvero, vi spingo dentro tutti e poi vi passo sopra con la ruspa.

Il viaggio riprende con HN_R che si riaddormenta il momento stesso in cui chiude la portiera.
Proseguiamo, sosta, cambio conducente [ HN_R ] ed io passo perché ho la schiena che manda fitte lancinanti.
Lungo il percorso incrociamo solo nove incidenti. Nove.
Quasi tutte gomme forate, ma anche una motrice ribaltata e spaccata in tre parti
Neanche avessero sparso chiodi e mine verso Baghdad.
Per fortuna nessun posto di blocco.

Prima di giungere al nostro albergo ci fermiamo in periferia, a casa dei genitori di HN_R, per svuotare la macchina che poverina non ce la faceva più.
Gente simpaticissima e adorabile, che ci fa gustare alcune specialità locali.
Per la sofferenza della coppietta che è a dieta.
Madre: " Dove siete alloggiati? "
AM: " $Albergo, $Zona "
Madre: " Ma che siete pazzi? E' un posto terribile! "
Frase che verrà messa agli atti.

Cinque ore dopo, passate quasi costantemente masticando o bevendo, finalmente giungiamo al B&B.
Soliti rituali, check dei documenti, ci consegna una mappa di Baghdad specificandoci quali aree evitare [ tutte ], quali sono pericolose [ tutte ] e di girare con borse strette al corpo, pochi soldi e prestando molta molta molta attenzione ai malintenzionati.
Mi diedero meno avvertenze per il Bronx.

E poi, via per la città che c'è da cenare [ !!! ]
[ Continua  ]

20 commenti:

  1. Ti vedo già mentre frusti qualche cameriere. Ma non voglio saperlo ora.
    Il festival delle supercazzole quando si fa ritardo è un must.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbe esserci una tassa sul ritardo.
      Avrei una villa!
      Nah, nessuna frustata, solo una moderata lamentela...

      Elimina
  2. Sì, ma devi dirmi cosa sono le specialità locali! Sto seguendo il tuo resoconto del viaggio proprio per vedere cosa hai mangiato!! XD

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Veramente una zona dove i parcheggi rispettano TUTTE le condizioni c'e': Citta' Studi.
    - A Milano
    - Comodo con la metropolitana: Piola o Lambrate
    - Se eviti via Celoria est (ma sul marciapiede non si paga comunque, e non è divieto di sosta), il resto e' tutto parcheggio libero, e fino alle 8:10 lun - ven e tutto il giorno sabato e festivi ci sono qualcosa come un migliaio di posti vuoti.
    - Non è assolutamente definibile come «imbucato»
    Che poi sia lontanuccio da casa tua, beh... tu hai specificato «Milano» ;-).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considerando che HN arriva da una zona nell'hinterland nord di Milano, va da sé che Città Studi sia dannatamente improponibile.

      Elimina
  4. Inizio a chiedermi come mai hai messo un nome in codice per una città. Mumble mumble. Ci penso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche con Klingon lo fece...io uscì pazza all'inizio, poi capii XD

      Elimina
    2. No no, io su Klingon ci sono andato davvero!
      Beam me up, Scotty

      Elimina
  5. Quanto a puntualità sono come te, quanto a comportamento in macchina sono identica a HN_R.
    E ancora non capisco dove sia Baghdad! Ho sempre odiato la geografia, fin da piccola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo abbia a che fare con l'anno 79 dopo Cristo.

      Elimina
  6. Io sono una persona ritardataria, e lo sai.
    Ma:
    1- se devo passare a prenderti ad una certa ora e sono in ritardo, di norma ti avviso PRIMA;
    2- non sono una scaricabarile: quando la colpa è mia lo ammetto (comodo usare un vago "la tipa ha avuto un problema", pensando di farla franca perchè sottintendeva che era stata male o altro);
    3- faccio ritardo o perchè sono deficiente e non riesco a gestirmi bene e sbaglio a calcolare i tempi (shame on me) o per effettivi contrattempi ma... NO, pulire la cucina non sarebbe sicuramente annoverabile tra questi ultimi.

    E MIODDIO, io non sarei mai uscita di casa prima delle 6 in ogni caso! Pazzi! >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pulire casa alle due di notte.
      E non perché il giorno dopo hai ospiti, no, perché poi parti!
      Devi avere i crauti nel cranio.

      Elimina
    2. Pulire casa perchè hai evidenti manie ossessivo-compulsive e per tre gocce di caffè ti sei sentita in dovere di pulire tuuuuuutte le superfici della cucina.
      Mah.

      PS: non aspettatevi la casa lustra quando verrete a trovarmi XD

      Elimina
    3. IMHO ha pulito le 3 gocce di caffè e si è accorta che stonava con il resto del piano, quindi ha proseguito, accorgendosi di volta in volta che qualcosa nelle immediate vicinanze stonava con l'elemento ripulito, fino a quando ha raggiunto il limite superiore, completando totalmente le pulizie... ;)

      Elimina
    4. Secondo me avete ragione entrambi.
      Il fatto è che, per estensione, ti ritrovi a verniciare casa per rendere tutto uniforme.
      Poi passi al pianerottolo, alle scale interne, alla facciata, al quartiere, alla città eccetera.
      Sempre se qualcuno di buon senso non ti abbatte a colpi di spranga al punto 1

      Elimina
  7. uhm... quindi per andare da milano a baghdad si passa da bologna?
    azz... com'è cambiata la geografia da quando anch'io frequentavo i banchi di scuola... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E da dove vuoi passare, da Genova?
      Devi scendere! Duh!

      Elimina