lunedì 28 novembre 2011

Valeren abroad - Edimburgo /1

Londra. fatta.
Dublino: fatta.
Che rimane da quelle parti? Manchester e Liverpool fanno pietà... Scozia!

L'aereo parte di venerdì alle 12
Ma è Easyjet con cui ho già avuto gravi problemi in passato - chiamate alla polizia comprese - quindi la mia idea è di arrivare con larghissimo anticipo.
Se il check-in chiude alle 11.20, considerando l'overbooking alle 11.15 e la coda, devo essere a Malpensa alle 10.30 massimo.
Ma devo anche recuperare il terzo viaggiatore ( TV ) in un paesino lì vicino, parcheggiare che poi ci portano al terminal.

A conti fatti, devo uscire di casa alle 8 e faccio tutto senza fretta.

[ Trantor, non è plagio: è un omaggio ]

Venerdì, 6.15
Suona la sveglia. Doccia, barba, fon capello per capello.
AM si gira dall'altra parte.

6.45
Vado in cantina e recupero le valigie - ancora da fare.
AM si arrotola nella trapunta.

6.50
Ho preparato tre giorni di pappa per la felina ed impostato la risposta automatica sulla mail aziendale.
AM ronfa.

6.51
V: " Tu non vieni? "

6.55
Ho praticamente finito di fare la mia valigia, compresi i tripli ricambi ed il libro.
Sento AM che riempie la vasca da bagno.
I miei sensi di ragno bestemmiano.

7.15
V: " Vuoi fare colazione? "
AM: " O qui o la facciamo in autostrada "
V: " Perché sarebbero le 7 e un quarto... "
AM: " Quindi? "
I miei sensi di ragno chiamano un taxi.

7.30
Gioco col gatto.
AM non pervenuta.

7.45
Gioco col gatto.
AM non pervenuta.

8.00
QUALCUNO MI TIRI FUORI DAL GIORNO DELLA MARMOTTA

8.45
Finalmente carico le valigie e con tre quarti d'ora di ritardo mi immetto in una delle strade più trafficate della Lombardia.

8.55
Tiro giù il finestrino perché la mia temperatura è quantificata " Sole ".
Dal finestrino nessuna risposta.
Riprovo: uguale.
Riprovo: scende e dopo tre centimetri si ferma.
Riprovo: altri tre centimetri.
Riprovo: altri tre centimetri.
Riprovo: morto.
Lunga e corposa serie di insulti verso il cielo.

Ho fatto la revisione due settimane fa. Macchina di due anni.
Maledetta elettronica.

9.25
Raggiungo l'ingresso dell'autostrada.
O meglio: sono in coda per vedere il primo accesso.
Chiamo TV.
V: " Tuo fratello conosce un elettrauto? "
TV: " Credo di si. Sei messo così male?  Ma dove sei? "
V: " Non vuoi saperlo "
TV: " Tra quanto arrivi? "
V: " Non vuoi saperlo "
TV: " A che ora sei uscito di casa? "
V: " Non. Vuoi. Saperlo. "

9.45
Sono in autostrada e cerco di superare i millemila camion che si sorpassano a 35 Km/h
Vi odio.

9.55
Ringrazio pubblicamente POIGPS per gli autovelox.
Nel frattempo sono a 150.
AM: " Non vai troppo veloce? "
V: ringhio in neanderthalese stretto


10.10
VB: " Se è elettronica, è una serie di processi. Quindi un bug. Quindi qualcosa comanda qualcosa d'altro. "
Distraggo Murphy al grido di " Scoiattolo! " e premo il tasto della chiusura centralizzata.
Sarà una coincidenza, ma il finestrino riprende a funzionare e lo chiudo.
Al casello scendo e inserisco il bancomat.
Se qualcuno avesse suonato, avrei sbranato lui e la macchina.

10.30
Casa di TV, avendo infranto il limite solo una volta.
Di tanto, ma una volta.
A lungo, ma una volta.

10.50
Ringrazio il fratello di TV per averci accompagnato.
Ma è il tuo paese.
Ci vivi da oltre trent'anni.
Fanno un solo mercato, in una sola via, di venerdì e tu ti scordi che tutta la popolazione ora è lì?
Tanto non eravamo in ritardo...!

11.05
Check in fatto, malgrado il tentativo di tre mentecatte che continuavano a mettere e togliere valigie dal nastro.
Siamo arrivati che già stavano occupando uno degli sportelli, ed abbiamo terminato il check in insieme.
Certe persone avrebbero bisogno dell'accompagnatore.

[ / Omaggio_a_Trantor ]

[ Continua ]

21 commenti:

  1. Love you.
    Nel racconto si annidano almeno 4 perle indimenticabili (il grido di scoiattolo, AM che si arrotola nella trapunta, a lungo, ma una volta, il mercato). Ah, sarai felice di sapere che mi sono svegliata con il tuo blog stamattina (adesso), letteralmente.

    RispondiElimina
  2. @ Laila
    Preparati che ci sono altre tre puntate :)
    Comunque è stato un buon viaggio, tutto sommato. Breve ed intenso.

    @ Trantor
    Grazie, apprezzo che qualcuno apprezzi le chicche su cui lavoro a lungo ( tre secondi scarsi ).
    Tu si che sai scegliere quando e come svegliarti.
    Specialment il quando!

    RispondiElimina
  3. Se vengono in 3 secondi scarsi vuol dire che sono buone davvero, altrimenti non sarebbero fulminanti. (le battute, dico).

    RispondiElimina
  4. ImpiegataSclerata28 novembre 2011 16:24

    Ho risolto problemi di questo tipo scegliendo voli che partono la mattina presto... E passando la notte in aeroporto.

    RispondiElimina
  5. ImpiegataSclerata28 novembre 2011 16:26

    ...e prima o poi l'omino sulla spazzolatrice rotante mobile di turno farà una brutta fine...

    RispondiElimina
  6. Mii io AM l'avrei buttata dal letto prima, quando devo partire deve andare tutto come dico iooo
    (non legge vero? Sono già morta?)

    RispondiElimina
  7. Come ti capisco. Quando vedo il cartello dell'A4 "Code da Capriate a Certosa" non so se ridere o piangere. Per fortuna l'autostrada la scavalco.

    Al secondo "AM non pervenuta" ero morto dal ridere. E sono rimorto sul neanderthalese, anche perche' l'uomo di Neanderthal era stato oggetto di una discussione odierna.

    http://www.soft-land.org/storie/04/story12 - Messaggio numero cinque. L'ultima frase mi ricorda la logica di programmazione della tua auto.

    RispondiElimina
  8. @ Trantor
    Cercherò con attenzione una tua frase senza doppi sensi.
    Scartando per intero il post su conigli e leprotti.

    Conto di trovarne almeno una. Forse.

    @ ImpiegataSclerata
    Dormire in aereoporto no, mi rifiuto!
    Ho dovuto accompagnare AM a prendere l'aereo dopo una nevicata, sotto natale, con ritardi nell'ordine dei quarti di giornata.
    Eravamo praticamente accampati e sballottati per il terminal.
    Mai più, altro che dormirci.

    Un minuto di silenzio per il dodicesimo omino spazzolante deceduto in circostanze misteriose.

    @ Arounderground
    Si, legge, ma non può dire nulla in questo caso perché davvero sembrava che lo facesse apposta a perdere tempo.
    E se ne rendeva anche conto!!!

    @ Astro
    Data l'ora, purtroppo era decisamente più lunga.
    Di solito la evito - ma se vuoi andare a Malpensa, non ci sono infinite strade...

    Quella storia è nei miei bookmarks antitristezza, insieme alla maledizione del brasiliano morto - che utilizzo ad ogni inizio codice - ed ai gabbiani :)

    [ Grazie per i complimenti :D ]

    RispondiElimina
  9. Non vedo l'ora di leggere il resto!

    RispondiElimina
  10. Sì, i leprotti scartali (sono innocenti). Quando ne trovi una telefonami. Oppure scrivimi su splinder (ho letto l'altro ieri il tuo messaggio pvt in cui mi suggerivi di cambiare nome su google friend connect. Meglio tardi che mai)

    RispondiElimina
  11. ImpiegataSclerata29 novembre 2011 14:27

    Lo so che non tutti reggono la nottata in aeroporto ma io reggo ancora meno la nottata prima della partenza, soprattutto perchè sono mooooolto distante dall'aeroporto potabile più vicino (qualcosa come treno per 2 orette + pulman).

    RispondiElimina
  12. Il brasiliano morto me lo sono perso... Comunque 36 km (nel caso da me citato, di coda) bastano per fare Milano - Malpensa (34 km da Certosa).

    RispondiElimina
  13. @ Laila
    Io non vedo l'ora di leggere il tuo blog.
    Che hai combinato, che non fa accedere?

    @ Trantor
    Beh. Con calma. Mica c'è fretta.
    Intanto tutti sanno chi sei.

    @ ImpiegataSclerata
    Due ore di treno + navetta = ritardo sicuro e garantito.
    A quel punto si, può aver senso - ma è comunque una cosa scomodissima, specialmente se hai tante valigie.
    Io non riuscirei a dormire ( ma l'omino sulla pulitrice lo farei fuori ).

    @ Astro
    A te " La maledizione del brasiliano morto "

    RispondiElimina
  14. Scusa oer l'ot, ma volevo sirti che ho cambiato indirizzo al blog, quello nuovo è http://lailaetuttoilresto.blogspot.com/, salvalo!

    RispondiElimina
  15. Meglio tardi che mai leggere i pvt. Quanto al mio nome su google, la sola idea mi fa venire gli sgrisoli.

    RispondiElimina
  16. Ok, mi ricordavo la storia e non il titolo.

    RispondiElimina
  17. ImpiegataSclerata30 novembre 2011 18:17

    ^__^ Infatti non dormo un granchè in aeroporo ma dormo ancora meno (e peggio) a casa, quindi...
    E non giro con più di uno zaino + valigia con le ruote, il che aiuta molto. ^__^

    P.S.
    L'omino sulla pulitrice... Non ho mica capito perchè DEVE passare ogni 2 ore...

    RispondiElimina
  18. uhm, una serie di "piccoli" incidenti di percorso...
    spero almeno ne sia valsa la pena o devo attendermi altre disavventure nelle puntate seguenti?
    :)

    RispondiElimina
  19. @ Laila
    Guarda, sopra te l'avevo richiesto.
    Ora però smettila di cambiare blog, eh. Altrimenti ti ci inchiodo!

    @ Trantor
    Hai provato a cercarti? Le sorprese non mancano.

    @ Astro
    Lo ammetto: non mi ricordavo che il nome della storia fosse uguale all'argomento.

    @ ImpiegataSclerata
    Passa ogni due ore per sincerarsi di svegliare i dormienti e fargli constatare quanto lui pulisca bene.
    Devi capire che è un lavoro a rischio - secondo me se sopravvivi due anni sei un veterano.

    @ ChemicalHarvest
    Secondo te quante possibilità ci sono che le parti successive contengano solo un " Tutto bene, continua "? :)
    [ Hint: molto meno di zero ]
    Anticipo che il ritorno è stato tragico come l'andata.

    RispondiElimina
  20. ImpiegataSclerata2 dicembre 2011 13:37

    E come minimo gli devono dare una bella indennità di rischio. Ma moooolto bella grossa....

    RispondiElimina