lunedì 5 marzo 2012

Fiumi di parole

Ufficio. Primo pomeriggio.
Una giornata abbastanza tranquilla, malgrado il freddo polare che sembra aver tenuto Murphy a casa.

Entra il mio capo ( TB ) ed esordisce con " Ciao V! "
TING! Sensi di ragno: attivati!
 Si siede di fianco a me.
Male.
TB: " Sono appena tornato da una riunione... "
E tira fuori una versione stampata di un mio lavoro, settimanale, che smandruppa sa il cielo quanti file Excel e genera un powerpoint di quasi 60 slide.
Molto male.
TB: " Hanno chiesto un paio di modifiche alle slide "
Il signore ha ordinato l'Apocalisse?

L'ultima cosa che vuoi, in ufficio, è che persone inadatte a qualificarsi come " amebe " vogliano modifiche a qualcosa che tanto non capiranno mai.
E infatti.

TB: " Questa slide va tolta "
V: " OK "
TB: " Però il lavoro fallo lo stesso, che magari un giorno vorrò fare una verifica "
V: " Quante volte l'hai controllato negli ultimi quattro anni? "
TB: " Zero "
V: " ... Note to self: non cambiare i valori, manda fuori sempre gli stessi "
Questo dialogo ripetetelo per almeno una decina di slide.

TB: " Questa invece rimane quasi uguale "
V: " Definisci quasi "
TB: " Semplice! Una metà rimane, questa diventa un'altra slide, ma invece che mettere i valori in verticale li raggruppiamo in orizzontale "
V: " Cosa cambia? "
TB: " Lo vuole UL "
V: " Posso parlarci io con UL? "
TB: " La prossima volta. Poi quest'altra fa la stessa cosa, ma da orizzontale a verticale "
V: " Sempre UL? "
TB: " Ovvio "
V: "  Che non sa che cosa siano quei dati "
TB: " Eh... Er... Altra slide, anche qui... "
Avete inteso, no?
In pratica orizzontale, verticale, una forse dovrò farla diagonale e non è una battuta.

V: " Per quando? "
TB: " In teoria per il prossimo rilascio "
V: " In pratica? "
TB: " Se riuscissi a fare tutto per stasera... "
V: " AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHAHAHAHAHAHAH!!! Sparisci. "

Nota per quando conquisterò il mondo: bandire powerpoint, slide e presentazioni.
Se non sei in grado di spiegare qualcosa con un documento, o se hai bisogno di qualcosa formattato come un libro dell'asilo per capirlo, non meriti il tuo ruolo.
Ho una bella strada da farti asfaltare.

21 commenti:

  1. Concordo sull'abolizione delle presentazioni ppt/pps. Due settimane fa mi hanno fornito documentazione ministeriale con le specifiche del calcolo IMU in formato ppt!

    Gama

    P.S. L'ultima presentazione che ho dovuto fare per forza è stata quella per la discussione della tesi, per fortuna il tecnico che curava la cosa non era un cretino ed ha accettato il mio file pdf anziché uno slideshow.

    RispondiElimina
  2. e va beh... e che sarà mai... avresti avuto tutto il pomeriggio per rifare il tutto... e magari anche la serata no? :D

    RispondiElimina
  3. Finalmente qualcuno che lo dice. Finalmente. Finalmente, c****. Io detesto Powerpoint! E' veramente una roba stile asilo.

    Non ho mai potuto dirlo a nessuno, è una vera liberazione. Lavori 800 anni per una cosa che è soltanto una visualizzazione (pensata per bambini scemi) di dati che potresti benissimo spiegare altrimenti, come di solito avviente in quegli ambienti dove teoricamente siamo tutti adulti (leggi università, ufficio).

    Di norma infatti chi lo adora pintrulla mesi attorno ad un cazzo di colore della cornicina ornamentale del frontespizio, e la sua unica preoccupazione è far quadrare sfondo e stile degli elenchi puntati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaah, ecco svelato a cosa serve una presentazione in Powerpoint: niente. Non fa nemmeno figo dire "ho preparato una presentazione", anche mia nonna sarebbe in grado di prepararne una e sicuramente con accostamenti cromatici migliori di quelli che ho avuto la sfortuna di vedere su alcune presentazioni qui...

      Elimina
  4. A proposito di colori, Neancheglidei mi ricorda le scelte cromatiche fatte da alcuni dei miei professori all'università: qualcosa di probabilmente spettacolare su schermo ma totalmente illeggibile una volta proiettato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti! Quindi lavoro doppiamente inutile!
      :)

      Elimina
  5. Bene bene bene.
    Ottimo.
    Preso atto che chiunque abbia due neuroni connessi considera Powerpoint una stronzata, com'è che più si sale più ne sentono la necessità?
    Mancanza di ossigeno?

    Sono orgoglioso di voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perchè più si sale più si scopre che chi occupa i vertici non ne è all'altezza?

      Elimina
    2. Questo è un luogo comune, generato dall'invidia.
      Putroppo spesso è anche la pura e semplice verità.

      Elimina
  6. La frase di chiusura te la quoto in toto! Mi hai fatto quasi commuovere...
    Anch'io l'ultima volta che ho usato punto di potere (ma de che poi...) è stato per la presentazione della tesi di laurea!!!
    Considera che avevo preparato una presentazione a sfondo bianco a scritte nere in banalissimo arial.
    Effetti di transizione, nessuno!
    Prima slide: classica nome e cognome titolo tesi università degli studi di padova e blablaba
    Seconda slide: elenco dei grafici e loro nome (che serviva a me per sapere cosa rappresentavano visto che tutti erano simili)
    Dieci grafici chimici importanti composti da titolo del grafico e immagine del grafico, un grafico per ogni slide.

    Quando la presentai al mio prof: "Ma sai che con una presentazione così triste ti giochi la lode?"
    "Ma prof la presentazione serve a me più che altro come scaletta per avere un filo logico visto che mi agito e mi dimentico tutto. Mi sono smazzata due anni per sto lavoro di m***a non possono giudicarmi dal ppt!!!"
    "Rifalla!"
    "Ma cazzo è come dire che se uno è un cretino e fa una tesi del casso prende più punti solo perchè fa un ppt figo! Che discorso è????????"
    "Rifalla! E adesso evapora e sublimati altrove!!!"

    Il tutto due giorni prima della discussione della tesi. XD

    RispondiElimina
  7. Idea.
    Quando sarai dittatore avrai una fila di gente davanti a te, da smistare tra quelli che possono rimanere nel Regno e quelli inutili. Chiedere cosa pensano di ppt può essere un pratico test d'ingresso - o di esilio.

    RispondiElimina
  8. Come tutte le cose, se se ne abusa, se ne fa un utilizzo sbagliato e/o sgradevole.
    Poi anche a me da fastidio usare PP, soprattutto per la minima quantita' di informazioni per schermata che tipicamente i ppt presentano.

    Pratchett? "Il tristo mietitore"!
    Ascolta, nel gelato al caramello ci metti l'uovo? Perche' se la risposta e' no quest'estate piglio la bici e mi faccio un giro in Brianza (hmmm, a proposito, in che comune era la casa col fiume bussante? Seveso?). Ovviamente, destinazione Casa Valeren.
    Ah, buona blog-cena: io non ho un blog.

    Oh, per le troppe domande: si potrebbero evitare le scarpe di cemento?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io anch'io anch'io a Casa Valeren con Astro!

      Elimina
    2. Nooooo ma Astro e Trantor devono esserci per forza! *_*
      E Valeren preparerà chili e chili di gelato per tuuuutti noi. True story.

      Elimina
    3. Chili e chili di gelato fattibili, ma tra chi non mangia cioccolato e chi non può mangiare uova finirò a gustarmelo da solo :p

      Elimina
  9. @ Rabza
    Grazie perché hai portato un esempio perfetto.
    Rischiare di giocarsi una lode alla laurea - quindi voti sempre altissimi, tempi brevi, tesi enciclopedica - solo perché un idiotissimo ppt di presentazione non è colorato / animato.
    Questo è anche il livello delle università - e stavolta sono molto vicine al mondo del lavoro.

    @ Trantor
    Bella idea ma la modifico.
    Il test SARA' un powerpoint di 80 slide, da leggere e a cui rispondere.
    Chi si alzerà prima della fine e chiederà di andarsene verrà promosso.
    Per gli altri... Rifacimento fogne.

    @ Astro
    Reaper man è stupendo - tra l'altro il titolo è interpretabile in due modi, ed il secondo è a tutti gli effetti gran parte del plot.
    Purtroppo intraducibile in italiano. Ma visto che lo leggo in inglese, non mi sono perso nulla :)

    Si, nel gelato al caramello il rosso d'uovo va per forza.
    E' davvero difficile fare una crema senza uova, ed i surrogati sono... Poco salutari.
    E' per questione di allergia o per scelta personale?
    Posso cercare una soluzione.

    Ah, sei comunque invitato in quanto pretoriano / bastonatore / defenestratore di parlamentari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima che hai detto. E comunque io non mi ci vedo a bastonare qualcuno, vista la mia poco imponente struttura fisica.

      Elimina
  10. Valeren, guarda, ci stanno le slide del prof che sono proprio bruttine, me le "acconci" un po' per domani sera? Vedi come sono buona, ti dò un giorno in più :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si, tu manda, che ci penso io.
      Una sfumatura, due colpi di sole, duecento virus e poi vedi come cambiano! :D

      Elimina
  11. Eheeheh mi tornano delle slide che sembrano teste di Medusa..le inoltro al prof così vediamo che ne pensa ghgh

    RispondiElimina
  12. Ma dai, cerca di capire UL... nella sua pia illusione, probabilmente sperava di riuscire a comprendere qualcosa di quello che si vede sfilare davanti da settimane semplicemente cambiandone l'orientamento!
    Come dire che se non capisco una pippa di fisica quantistica, mi convinco che magari con un testo in giapponese mi si apriranno le porte del Nobel...

    RispondiElimina