mercoledì 17 agosto 2011

L'ingiustizia

Sono sempre stato piuttosto indipendente.
Uscito di casa poco più che maggiorenne, ho scoperto con terrore che i pavimenti autopulenti esistevano solo nei racconti di fantascienza.
Venti minuti a valutare due detersivi per me assolutamente identici ma con differenze di prezzo abissali...
Poi forse uno dei due era per i piatti. Ma avevo i pavimenti che profumavano di limone.

Stessa cosa per il cibo: che ci vorrà a fare un uovo al tegamino?
Beh, ci vuole di più a raschiarlo dai pensili.

Comunque col tempo e la pratica sono diventato bravino. Aspirapolvere, mocio, spugna, pentola, frigorifero e forno a microonde non erano più creature ostili.
Si collaborava, al limite del possibile.

Poi arrivano nella mia vita strane creature formate di energia, rabbia e soffici cellule.
Qualcuno le chiama " ragazze " oppure " conviventi ", i più sventurati " mogli ".
Avete mai litigato per cose da barzelletta, come il dentifricio schiacciato in mezzo?
Io si e non c'era niente da ridere.
Dopo un'ora di testate al muro sono uscito e l'ho comprato col dispenser.

Passa il tempo, cambiano le ragazze e le stagioni, cambiano le case.
E cambiano le richieste.
Lei: " Tu non fai abbastanza! "
V: " Spazzo e lavo a terra, faccio i piatti, preparo la colazione e di tanto in tanto cucino. Non mi pare di dormire. "
Lei: " E spolverare i mobili? E lavare i bagni? E stirare? "
VB: " C'è una ragione per cui siamo in due, eh "
Ci siamo passati tutti o quasi immagino.
Se non vi è ancora successo... Beh, segnate. Vi capiterà.

Pochi giorni dopo una di queste megalitigate sul nulla, mi capita di chiaccherare con un collega.
Lui vive per un MMORPG. Torna a casa, e gioca.
Si ferma per mangiare un boccone e torna al PC.
Poi sta a giocare fin quasi all'alba, dorme il minimo o meno e va a lavoro.
E daccapo.
Ovvio che in casa loro faccia tutto - ma tutto - lei.
Ed un giorno esplode.
Litigano, discutono, arrivano ad un compromesso.
Lei continuerà a fare le stesse cose, lui dovrà apparecchiare la tavola.

Riassumo lo schema dei compiti:
1) Togli le cose dal tavolo
2) Apri il cassetto
3) Prendi la tovaglia
4) Stendila
5) Prendi piatti, bicchieri, posate e tovaglioli
6) Sistemali
Tempo: tre minuti se non hai i pollici opponibili.

A lui van via venti minuti settimanali, io faccio la metà almeno delle faccende e vengo criticato per fancazzismo.

Dio, devo riempire un bug report.
E' urgente!

9 commenti:

  1. utente anonimo17 agosto 2011 12:31

    Povera la lei del tuo collega...santa subito!
    Se fossi al suo posto, lo lascerei per un mese da solo ad arrangiarsi. Ovviamente, porterei via con me tutto quello che gli permetterebbe di giocare a quel gioco malefico!
    Ho visto coppie/famiglie sfasciarsi per molto meno...

    Nyago

    RispondiElimina
  2. La lei del tuo collega merita una stuatua. Io l'avrei preso per la cintura dei pantaloni e l'avrei fatto volare fuori dalla finestra.
    E meno male che non ci passo in questo, o almeno so che un giorno spetterà anche a me...

    L8D

    RispondiElimina
  3. Iddio come minimo gioca a WoW, ce lo vedo xD

    Vabè, alla fine se lei è contenta di fare quella vita sono cavolacci suoi, spero almeno che ne valga la pena :P

    RispondiElimina
  4. PS: era un paio di giorni che provavo a commentare gli altri post ma non so perchè quando cliccavo "invia commento" non faceva nulla >.<
    Boooh, adesso si è rimesso a posto da solo. Mistero della fede xD

    RispondiElimina
  5. Donne.
    Tutte a discernere della disgraziata  ( che, a tutti gli effetti, se l'è cercata ) e nennuno/a a dimostrare solidarietà verso il sottoscritto.

    Non che sia la prima volta che una donna supporta in ogni senso un mezzo lombrico ( nella migliore delle ipotesi ) per via di qualche strana sindrome da crocerossina / salvatrice che avete nel DNA.
    Ma cercate di sfoderare la tanto decantata [ millantata? ] " solidarietà femminile " e scuotete queste rintronate finché i neuroni non riprendono a fare contatto!

    O scuotete quelle che stressano me finché non si omologano, va bene uguale.

    RispondiElimina
  6. @erinny: si, ho vericato molto bene che splinder sbrocca spesso & volentieri.
    Posso confermare che mi ha perso un post intero.
    Per fortuna salvo su Notepad.

    RispondiElimina
  7. beh complimenti. a te, per saper fare tutto quello che fai. é raro per altro che un uomo vada da solo a vivere appena compiuti 18 anni e impari a cavarsela. Ne conosco davvero pochi.e uno ed uno solo che non avendo la lavatrice in casa si lavava tutto a mano. Jeans compresi...e li strizzava.

    Piuttosto so da varie esperienze di condivisione che le invece molti maschietti che condividono una casa con colleghe universitarie femmine si lamentano che queste ultime hanno una pessimissima igiene e sono pure trascuratissime....che schifo.

    RispondiElimina
  8. utente anonimo20 agosto 2011 11:42

    strane creature formate di energia, rabbia e soffici cellule.

    Questa te la copio.
    ARM_

    RispondiElimina
  9. Decisamente, la tizia del collega MMORPG se l'è cercata (o comunque continua a cercarsela dato che si lamenta e non lo molla) e a te tanto di cappello.
    Ma non è un'ingiustizia, se tu fossi come il MMORPG mica ti leggerei, eh.
    :)

    RispondiElimina